La fame di Legno di Stati Uniti e Asia si riversa sull'Europa

Ultime News


www.tio.ch/economia  16.04.2021

Il mondo ha fame di legno e così, l'Europa finisce per trovarsi senza o dover pagare cifre proibitive per accaparrarsi una materia prima che, per molte aziende anche nostrane, è davvero fondamentale.
A lanciare l'allarme sono diverse testate Svizzere che parlano di un'endemica carenza nel mercato europeo di legname. Questo perché c'è chi lo acquista da fuori: da una parte l'Asia, in posizione sempre più dominante sullo scacchiere mondiale per quanto riguarda le materie prime, dall'altra Canada e Stati Uniti - da anni ai ferri corti per quanto riguarda il commercio di legname - che limitano i danni acquistandone nel Vecchio continente e pagando prezzi fuori dal mercato.
Tutto questo in un momento in cui il legno è molto trendy anche sul mercato svizzero: per realizzare costruzioni nuove più "eco" e rispettose del clima, ma anche per i diversi lavori di restauro di locali e stabili rimasti chiusi durante la pandemia.
"In questo momento pure in paesi grandi fornitori come Germania e Austria le riserve cominciano a scarseggiare e la cosa presto inciderà sui prezzi, anche in Svizzera», spiega alla Luzerner Zeitung Heinz Engler dell'Associazione dei proprietari forestali di San Gallo e del Lichtenstein.
Secondo lui «ci possiamo aspettare che gli aumenti sul prezzo arrivino fino al 60%». Fluttuazioni verso l'alto che sono sì normali, anche considerando il prezzo relativamente basso del legno negli ultimi anni, ma attualmente «la crescita è eccessivamente rapida», spiega l'Associazione svizzera dell'industria del legno.
«Sì, forse ci converrebbe mettere tutto su una nave e spedire negli Usa», racconta un produttore di legname sangallese intervistato dalla Zeitung, «ma ci teniamo a vendere ai nostri clienti abituali, anche se dobbiamo dire che con tutta questa domanda - anche interna - abbiamo anche noi dovuto adeguare i prezzi e spesso c'è chi rischia di rimanere a bocca asciutta... Non penso che la tendenza cambierà in tempi brevi, il legno ormai è il materiale di costruzione del futuro. E in tanti, rimasti a casa per la pandemia, si sono dati ai lavoretti...».
Sarà così anche per il futuro prossimo? Probabilmente sì, se nel il XIX era quello dell'acciaio, il XX quello del cemento il XXI secolo è quello del legno». 



fancybox Plugin for jQuery